fbpx
L’importanza della Lead Nurturing per la tua strategia di crescita

Partiamo per questo viaggio alla scoperta della Lead Nurturing e delle potenzialità che racchiude da una definizione semplice ed essenziale, che parte proprio da una traduzione letterale: la Lead Nurturing è quell’insieme di attività che permette di curare, nutrire e alimentare i rapporti con i potenziali clienti, inizialmente semplici lead inattivi che vengono stimolati a reagire nei confronti dei tuoi prodotti e servizi.

È un valido strumento a tua disposizione che permette di testare la reazione dei destinatari dei tuoi messaggi, comprendendo le ragioni della loro inattività e spingendoli verso l’acquisto.

Dotarsi di uno strumento di marketing automation che presta attenzione a questa importante azione strategica è quindi fondamentale per tradurre in realtà l’obiettivo di crescita alla base della tua attività produttiva.

Grazie a questo processo avrai modo di preparare e spingere i tuoi lead all’acquisto tramite delle campagne mirate di email marketing, sms o social, realizzate in base ai reali interessi dei potenziali clienti.

Per massimizzare le potenzialità della Lead Nurturing è necessario dotarsi di un efficiente sistema di raccolta ed analisi dei dati, valutando quali possono essere i lead più interessati all’acquisto, alla prova di un determinato servizio e quindi quali possano trasformarsi da semplici utenti del sito web a clienti reali e attivi.

Naturalmente anche in questo ambito la comunicazione efficace diventa determinante, perché l’obiettivo è quello di evidenziare i vantaggi di un determinato prodotto, i benefici nell’utilizzare uno dei servizi offerti, distinguendosi dai competitor nell’esaltare i punti di forza della tua azienda.

Nel momento in cui si decide di scegliere un modo differente di fare impresa, dotandosi di sistemi che esaltino le potenzialità della marketing automation, la Lead Nurturing la si può attivare attraverso diversi strumenti, come le email. Proprio l’implementazione di una corretta campagna di email marketing può trasformarsi nell’occasione giusta per veicolare ottimi contenuti personalizzati in modo da istaurare un rapporto confidenziale con il potenziale cliente.

Attività di Lead Nurturing ragionate e ottimizzate si traducono in un coinvolgimento totale dell’utente inattivo che passo dopo passo acquisterà fiducia verso il tuo brand e si sentirà spronato all’acquisto.

Questo si traduce in un approccio innovativo che porta alla nascita di un legame tra l’azienda e i potenziali clienti che va oltre il normale processo di trasformazione utente/cliente: quando si entra in contatto con un’azienda che promuove questo tipo di crescita, che genera un valore così vero e sostanziale, l’utente percepisce e comprende l’attenzione che si sta nutrendo verso di lui e tende a sviluppare un legame più sincero e duraturo con una probabilità molto più alta che lo spinga a diventare un cliente affezionato e duraturo.

In questo senso, l’utilizzo di strategia inbound marketing per aumentare il numero di lead dovrebbe essere accompagnato da un’adeguata lead nurturing strategy che punti a superare le logiche associate al tradizionale approccio push, incentrato esclusivamente sull’aumento delle vendite, mettendo così in atto delle pratiche che offrano strumenti di crescita per gli utenti, rafforzando di conseguenza il rapporto con il brand.

Per realizzare una strategia di Lead Nurturing si parte dal lead scoring ovvero un processo che consente di attribuire un punteggio ai prospect in base alle azioni che compie navigando nel sito o interagendo con le nostre campagne.

Una piattaforma di marketing automation innovativa consente infatti di attribuire un valore numerico a dati di tipo comportamentali, come l’apertura di una email. Il lead scoring diventa così uno mezzo ulteriore attraverso il quale decidere contenuti mirati e adatti a ciascun lead.

Un altro degli aspetti chiave nella creazione di una strategia di Lead Nurturing è, ovviamente, la scelta di contenuti da proporre mirati, targetizzati e personalizzati in base alle caratteristiche dell’utente, alle esigenze e soprattutto alle interazioni del lead con il brand. Un software di marketing automation efficace permette di gestire il rapporto attraverso campagne mirate e un linguaggio personalizzato e interessante per l’utente.

È utile tuttavia che una campagna di lead nurturing non si limiti soltanto all’invio di email. L’implementazione e quindi l’utilizzo di tutti gli strumenti di marketing automation sono fondamentali per l’implementazione di una strategia multicanale che comprenda anche il retargeting, social network e form d’iscrizione. In un’ottica di coerenza che faccia della user experience un obiettivo di base.

 

In conclusione possiamo dire che il lead nurturing non è solo una questione di aumento dei risultati di vendita nel breve periodo. Si tratta invece di ispirare un comportamento, di impegnarsi a mantenere il brand in prima linea nella mente del pubblico relativo al target di riferimento.

Questo si traduce nell’identificare le specifiche esigenze del pubblico adattando i contenuti ai diversi segmenti, o ai singoli utenti se necessario, con contenuti progettati per informare e intrattenere in modo personalizzato.

Non si tratta solo di vendere, anche se certamente l’aumento di fatturato è il fine ultimo di ogni azione strategica, ma di costruire un rapporto di fiducia.

Con il giusto mix di contenuti personalizzati, inviati al momento giusto, è possibile informare i potenziali clienti sulle soluzioni che proponiamo e ispirarli, con il nostro agire, a diventare lead fedeli e a trasformarsi quindi da semplici utenti anonimi a clienti duraturi.

da | Ott 20, 2020