fbpx

Il ruolo del nuovo commerciale,

Oggi parliamo di Marketing Automation e di quanto ad oggi sia importante nel settore delle vendite on line, dei suoi vantaggi e delle strategie per un uso corretto.

Il Marketing Automation si basa sull’acquisizione di nuovi contatti con i quali è importante stabilire fin da subito  una buona relazione, si spera la più duratura possibile, tramite l’invio di newsletter ideate ad hoc per conquistare la loro curiosità e condurli all’acquisto: dall’anonimato alla conversione.

In questo contesto  il ruolo da protagonista è affidato  all’email che recupera la sua reale efficacia in quanto viene sfruttata per conquistare e non per infastidire.

Risulta evidente come si siano evoluti non solo i processi di vendita, ma in qualche modo anche la figura del commerciale all’interno di una qualunque azienda ha subito delle trasformazioni, perché si sa l’era delle continue telefonate è sostanzialmente finita e per chi continua a metterle in pratica il suggerimento è quello di arrendersi.  E come farlo?

Oggi chi vende si occupa sicuramente anche di strategie markenting e di comunicazione e ha capito che è più redditizio curare e coccolare il proprio cliente piuttosto che disturbarlo, avere un atteggiamento empatico nei suoi riguardi, stabilire un rapporto “amichevole” e tramite le azioni di Marketing Auotmation il buon venditore 2.0 dovrà capire i gusti e gli interessi del potenziale cliente e accontentarlo proponendo solo soluzioni personalizzate che soddisfino le sue specifiche necessità, non dimenticando  professionalità e serietà due requisiti indispensabili  per lavorare bene e con successo.

il Marketing Automation serve a:

  • acquisire nuovi leads,
  • curarli e nutrirli,
  • convertirli in clienti effettivi.

Strumenti tipici che supportano questa prima fase sono le landing page, i form e gli autorisponditori:  le prime perché sono una vetrina e deve in qualche modo attrarre il cliente e invogliarlo ad “entrare” quindi ad iscriversi tramite un form in cui bisogna rilasciare i propri dati accettando  di ricevere notizie periodicamente e gli autorisponditori sono utili per ottimizzare gli invii in base alle azioni dei leads come le aperture e click.

La differenza tra chi ottiene successo e chi invece no sta nel “trasformare un semplice contatto acquisito in un cliente che acquisisce “ e farlo si traduce in attività costante di lead nurturing: processo di costruzione di relazioni con i potenziali clienti su più canali comunicativi, trasmettere credibilità ,conoscere i loro bisogni e comunicare senza essere invadenti, cercando il più possibile di offrire una soluzione al loro problema.

Invia email a intervalli temporali predefiniti con contenuti utili e interessanti studiati per ottenere migliori tassi di apertura, e qualora i tanto attesi risultati tardano ad arrivare… nessun problema si continua con ulteriori email propositive, nuove offerte più mirate ancora più dettagliate e personalizzate,  e spingere in maniera naturale il contatto  verso la conversione.

da | Apr 17, 2020